fregio3_rifl.png

Agribosco srl è un’industria agroalimentare che si approvvigiona delle materie prime realizzate dagli agricoltori soci del Consorzio AgroBiologico Agribosco; le trasforma in prodotti finiti e semilavorati di altissima qualità che colloca sul mercato Italiano e su decine di mercati esteri. Infatti, una volta terminata la fase “agricola”, il prodotto viene immagazzinato e lavorato negli impianti di Agribosco presso il nostro stabilimento, situato a Sigillo (Perugia) entro i confini del Parco Naturale del Monte Cucco.

 

Lo stabilimento conta una superficie di circa 3500 mq, ed è dedicato alla selezione, decorticazione, molitura e confezionamento di cereali, legumi e farine.

In particolare, possiamo contare su un centro di stoccaggio, unico in Italia per sicurezza alimentare, con una capienza pari a 9200 tons.

Lo stabilimento è attrezzato con i più moderni macchinari di selezione e decorticazione, che riescono a garantire produzioni ai più alti standard di qualità e produttività. Flessibili ed efficienti, i nostri 3 impianti sono in grado di lavorare qualunque tipo di cereale, legume o pianta officinale.

LO STABILIMENTO
 
IL CONTROLLO DELLA FILIERA

Dalla semina fino al prodotto finito Agribosco garantisce la stretta osservanza di numeri disciplinari di qualità, garantendo l’applicabilità di numerose importanti certificazioni. In particolare, da anni Agribosco certifica la rintracciabilità della sua filiera secondo la norma UNI EN ISO 22005/2008. Questo significa che al momento dell’arrivo del prodotto dalla campagna, si assegna un lotto di rintracciabilità che lega quel prodotto a chi l’ha coltivato e ad altre importanti notizie qualitative rilevate al momento dello scarico in azienda. Questo lotto di rintracciabilità permetterà di seguire le materie prime in ogni fase dei successivi processi di produzione.
Il risultato di questo sforzo sono i “prodotti con la carta di identità ”, uno dei principali fattori di garanzia che offriamo ai nostri clienti e che distingue l’unicità di Agribosco sul mercato.

LE FASI DI LAVORAZIONE